Chiusura rivoluzionaria del forame ovale pervio (pfo), mediante sutura con noblestich.

La pervietà del forame ovale (PFO) è una potenziale via attraverso la quale formazioni trombotiche formatesi nel circolo venoso o in situ possono embolizzare in modo paradosso nella circolazione arteriosa sistemica causando ischemia cerebrale.

La procedura di chiusura del PFO, diagnosticato con un semplice ecocardiogramma, è totalmente rivoluzionata con il nuovo DISPOSITIVO NOBLESTICH.

Da un accesso percutaneo, attraverso la vena femorale, un filo di sutura viene passato, mediante un ago manovrato dall’esterno, nel septum secundum e nel septum primum e i due setti avvicinati e legati tra di loro chiudono l’apertura del PFO.

I vantaggi sono notevoli, perché non lasci alcun dispositivo metallico, non effettui una terapia anti-aggregante a lungo termine, riduci il rischio aritmico, di endocardite e di allergie (nickel, farmaci, etc) e in poche ore dall’intervento sei in piedi.

Questo è uno dei vari interventi di alta specializzazione che vengono effettuati presso una delle Emodinamiche Interventistiche più importanti in Europa e diretta dal Prof. Francesco Bedogni

Direttore delle Unità di Cardiologia Clinica, Interventistica e di Terapia Intensiva Coronarica (UTIC) all’IRCCS Policlinico San Donato di San Donato Milanese (MI)

175 queries, 0,663 seconds.